DOCUMENTI - Il Comune medioevale in Sicilia

Castello Ursino a Catania

Il saggio identifica le caratteristiche del ceto dirigente delle citta demaniali del regno di Sicilia nel periodo che va dalla formazione del regno indipendente nel1296 ai primi decenni del Quattrocento, epoca nella quale si avvia la stabilizzazione del regime viceregio di unione alla Corona d' Aragona. Partendo dalla constatazione della rilevanza della dimensione urbana nella Sicilia medievale  - in antitesi ad una tradizione storiografica che sottovalutava il fenomeno - si delinea l' élite urbana come un ceto composito, formato soprattutto da milites, giurisperiti e uomini d'affari. Nel corso del Trecento questo ceto si rafforza nonostante l' egemonia signorile sulle citta da parte dell' aristocrazia militare, e nel secolo successivo diviene il protagonista di rapide ascese sociali, in concomitanza con la maggiore importanza dell' ambito del potere cittadino nel quadro di una monarchia restaurata.

P. Corrao (Università di Palermo) -Città ed élites urbane nella Sicilia del tre-quattrocento.

Theme by Danetsoft and Danang Probo Sayekti inspired by Maksimer