DOCUMENTO. Come nasce il turismo a Panarea (un caso diverso)

Il turismo "diverso" di Panarea

Panarea è indubbiamente, nel panorama turistico delle Eolie, un caso diverso. Qui il turismo non ha portato degrado come a Vulcano, Lipari e anche Stromboli ma uno sviluppo abbastanza ordinato e coerente. Come mai?

Come nasce il turismo a Panarea.

Qualche spiraglio di luce lo porta questo articolo di Alberto Jacovello apparso su La Repubblica del 9 agosto 1988 che parla dei primi anni quando il turismo a Panarea era soprattutto il dott. Peppino Cincotta, medico condotto, che "comprava case e allevava figli" e che, aggiungeva, accoglieva e consigliava i vip che via via scoprivano l'isola del sogno. Ecco questo sviluppo concentrato in una élite che non pensava tanto a costruire per vendere ma a costruire per viversi può forse darci qualche spiegazione. Segue all'articolo un intervento, apparso sempre sul Notiziario delle Isole Eolie, on line di Bartolino Leone, della sig.ra Caterina Tesoriero che, dopo circa 30 anni, protesta per l'articolo di Iacovello perchè fra i "Gattopardi" di Panarea citati non nomina suo padre, Andrea Tesoriero, "Agente Tecnico Capo Faro e primo Capo Rollo negli anni '50 e '60".

 

Theme by Danetsoft and Danang Probo Sayekti inspired by Maksimer