Il Consiglio Comunale della sfiducia del 19 giugno 2001

La mozione di sfiducia viene firmata da tredici consiglieri su venti. Non solo La Cava, Omero, Giorgianni, Paino, China e Longo che facevano parte dell'opposizione ma anche da Fonti, Allegrino, Santamaria, Muscarà, Giannò, Manfré e Orto che facevavano parte della maggioranza. Inoltre il presidente del Consiglio Favaloro dichiarerà in apertura di seduta di non aver firmato la mozione di sfiducia ma di riconoscersi nel gruppo consiliare di Partecipazione democratica e quindi di condividere l'intervento del consigliere Giannò. Non sono presenti al Consiglio Utano di Stromboli perché l'aliscafo non ha viaggiato per condizioni meteomarine avverse e Saltalamacchia assente per motivi di salute.

Allegati e integrazioni: 

Theme by Danetsoft and Danang Probo Sayekti inspired by Maksimer