Lautationes di Teodoro Studita su San Bartolomeo Apostolo

Grottaferrata- Abazia greca di San Nilo.

Una testimonianza del legame fra San Bartolomeo e Lipari ce la dà san Teodoro Studita dopo la sua morte San Bartolomeo – racconta questo monaco bizantino – non si dimenticò dei suoi uccisori e fece numerosi miracoli e prodigi, ma proprio questo portò i suoi persecutori ad infierire sul suo corpo. Presero l’arca miracolosa che conteneva il suo corpo e la gettarono in mare . Ma invece di affondare l’arca, per grazia divina, “parve avanzare attraverso i flutti” . L’arca fu trascinata dalle regioni dell’Armenia, con le arche di altri quattro martiri anch’esse gettate in mare, che precedettero ed in qualche modo scortarono l’Apostolo. Navigando queste arche giunsero “oltre la Sicilia, all’isola chiamata Lipari, per manifestarsi là grazie al ritrovamento da parte del vescovo del luogo, il santissimo Agatone

Teodoro Studita - Laudationes San Bertolomeo Apostolo

Theme by Danetsoft and Danang Probo Sayekti inspired by Maksimer